Alle Porte Della Città

by Finistère

/
  • Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

     €10 EUR  or more

     

1.
2.
03:33
3.
4.
02:55
5.
03:28
6.
03:18
7.
02:57
8.
03:59
9.
04:15
10.
02:59
11.

about

Alle porte della città è il primo LP dei Finistère, uscito ufficialmente il 25 ottobre 2014 per Costello's Records. La produzione è a cura di Pier Ballarin, T.U.P. Studio di Brescia, il mastering di Andrea Suriani, Alpha
Dept. Studio di Trebbo di Reno (BO). Oltre alla band hanno suonato nell'album Pier Ballarin (tastiere), e Francesco Negrisolo (tromba). L’album raccoglie, in 11 tracce inedite, un punto di vista scostante sulle relazioni interpersonali, nelle forme più varie cui esse si costituiscono. Le scelte di arrangiamento e di suono, nonché la
multiformità delle melodie, ricalcano la sfida alla comprensione dei rapporti umani, affrontati, di caso in caso, in maniere differenti, talvolta con maggiore decisione e concretezza talvolta, al contrario, attraverso
un’inclinazione alla riflessione intimista e individuale. Ritmiche decise e bassi palpabili contrastano con trame di chitarra semplici ma raffinate e note appena sfiorate, mentre il sovrapporsi delle due voci perfettamente armonizzate in ogni brano, rendono immediatamente comprensibile un senso di dualità e di ricerca di equilibrio tra realtà e sogno, città e provincia, arte e vita.

credits

released October 25, 2014

Musiche di Finistère.
Produzione di Pier Ballarin, T.U.P. Studio di Brescia.
Mastering di Andrea Suriani, Alpha Dept. Studio di Trebbo di Reno (BO).
Tastiere di Pier Ballarin, tromba di Francesco Negrisolo.
Grafiche di Matteo Greco.

tags

license

all rights reserved

about

Costello's Records Sesto San Giovanni, Italy

contact / help

Contact Costello's Records

Streaming and
Download help

Track Name: Lo So Che Mi Odi
Lo so che mi odi quando io, ordino da bere
Rido alle tue scarpe nuove che,
Brillano nell’ombra, nell’ombra

Non ho più, motivo di
Crederti speciale
fai male.

se intercetti ogni pensiero che, non dovrei avere
quando non ti guardo so che mai,
mi preoccuperei, si e’ lei

non ho più respiro ne’
tempo per pensare
ma accade.

ti giri, ti giri e non c’e’ niente
niente da guardare
tutto da rifare
Track Name: Oh Oh
come una corsa tra ciechi
oh no tu non mi vedi più

ripensando a ieri
niente scuse niente occhi blu

ripetiamo sempre gli stessi guai, lo sai
da consigli dati ad altri che poi, poi noi…
poi noi!

lotte per avere
un po' di spazio un po' di rabbia ma tu

mi rubi cio' che sono
al contrario io ne voglio di piu'

eri bella come
un miraggio per noi quaggiu’

mentre tutto collassa
non ha senso chiedersi perché
Track Name: Pronti Alla Rivolta
C’e una storia d’odio alle porte della città
I figli dei più ricchi pronti alla rivolta

Come se la notte non fosse poesia
Chiusi in quelle giacche che no, noi no

Ogni volta che mi sveglio penso al futuro che c’e
Un tempo sorrideva adesso ride in disparte

Persi in questa strada che fine non ha
E Il tempo corre sempre davanti a noi

Non ci penso nemmeno, serate alcol e litigi che noi
Che no, noi no

Vendono sorrisi e mi lanciano cuori quaggiù
Ho comprato un ombrello per ripararmi

Come se riuscissi a tirarmi un po’ su
Dammi di che sperare e me ne andrò
Track Name: Stella
Libri dispersi su scaffali come i dubbi
Abbandonati alla polvere
Dei ricordi di dieci anni, scivolati
In fretta

Ma, tra facili ironie e facili ironie
Di chi non ti vedeva
Una stella danzante
Tu Stella

Una rapida mossa e due colpi da quell’arma
Rubata dalla casa dove
Hai sprecato la tua infanzia, per vendicare
Un torto

E soffi su di te e soffi sulla polvere che
Tossisci e poi menti a te stessa
Tu Stella
Track Name: Sfida
Nella paura, di perderci per strade lontane
senza aspettare
come una sfida, e se davvero il tempo non passa
il tempo non passa, e’ fuori di noi

avevamo grandi speranze, forse tu mi odiavi
so che mi amavi ma poi, ma poi
ci siamo buttati giù nel dirupo a braccia aperte
e occhi chiusi, noi

mi raccontavi, di terre e di paesaggi lunari
e di astronavi
meglio di te, sapevo dove ti nascondevi
chissà se chiedevi, notizie di noi

avevamo grandi speranze, forse tu mi odiavi
so che mi amavi ma poi
non sei riuscita a dire, sei riuscita a dare
non sei riuscita a dire no.

Avevamo grandi speranze, forse tu mi odiavi
so che mi amavi ma poi
ci siamo buttati giù nel dirupo a braccia aperte
e occhi chiusi, noi.
Track Name: Guai A Te
Hey la maschera giù!
Sorridi ma non ci credi neanche tu, che poi
Poi le tue bugie che tu scrivi su fogli bianchi e
Reciti come fossero poesie


Ma dove sta scritto che nemmeno con un fiore
Urlerai ma non di dolore e un pensiero che era fisso
Se ne va

Hey ma dove sei?
Se c’e da parlare un po piu forte tu te ne vai
E nascosto nell’ombra, tra le mani hai un coltello
Pronto a colpire

Ma dove sta scritto che nemmeno con un fiore
Urlerai ma non di dolore e un pensiero che era fisso
Se ne va


Non è mai stato un diritto ma stasera per fortuna
Riderai ma quasi per finta e quel trucco ma che pena
Che pena mi fa
Track Name: Sabba
si sente bella e non lo è
e scappa a piedi nudi e passi piccoli
come quelli di chi ha perso,
come quelli di chi ha perso l’età

non ci spera neanche più
che strade di città portino via da qui
frasi fatte e doppi sensi

come dentro un sabba a casa sua
brucia mostri e gonne lunghe viola e blu
come dentro un sabba, come dentro un sabba

c’e già stato un tempo in cui
credeva di riuscire a farsi largo fra
chi pensava di aiutarla
chi pensava di averla aiutata già

sente freddo e guarda in su
e prova a ribellarsi da quei vincoli
età sesso e religione
Track Name: Soffoca
Mi hanno detto che Sara, Sara ti nascondi in città
Mi hanno detto sei sola ma non come eravamo noi

E un segno del destino, che tu sia tornata qua
Ma nel destino tu non c’hai creduto mai

La lampada per terra, e tu che mi domandi perché

Sono solo pugni in faccia e scene di infedeltà
L’aria brucia in questa stanza, ci soffoca

Mi chiedo cosa fai, chiusa in quella casa in cui
Poi in fin dei conti non l’abbiamo abitata noi

Chissà se nel futuro mi ritroverai ancora qua
Ma nel futuro tu non c’hai creduto mai

La valigia aperta, e tu che mi domandi perché
Track Name: Angela
Gira tutto il mondo in autostop
Senza sacco in spalla l’ha buttato via

Neanche con la madre parla più, non ha
Nome né indirizzo chiama Angela

Un foglio con su scritto vado addio
La porta aperta come l’ha lasciata lui

Gli amici sono già divisi in due
C’e chi lo dà spacciato, chi lo vede con Angela
Track Name: Pensi A Niente
piangi su di me
in un pensiero che avvolge di nebbia e di perplessità
a che servon le perplessità?

mi guardi come se
il tempo passato fosse carta bruciata ma
il tempo non dice mai la verità

e non pensi a niente
e non pensi a niente

vivi come se
non avessi rimpianti neanche stretti tra i denti ma poi i rimpianti non pagano mai

mi guardi come se
il tempo passato fosse carta bruciata ma
il tempo non dice mai la verità